Rappresentante Ayatullah Isa Qassim: “La revoca della nazionalità è fonte di onore e gloria”

RAPPRESENTANTE AYATULLAH ISA QASSIM: “LA REVOCA DELLA NAZIONALITA’ E’ FONTE DI ONORE E GLORIA”

Shaykh al-Daqaq, il rappresentante della guida spirituale della comunità sciita del Bahrain l’Ayatullah Shaykh Isa Qassim, raggiunto nella città santa iraniana di Qom dopo la sua condanna a dieci anni di carcere e la revoca della cittadinanza da parte di un tribunale del regime del Bahrain, ha dichiarato: “E’ un onore perdere la cittadinanza nel sentiero del successo della Rivoluzione; non ci sarà alcun arretramento né compromesso”.

Lo Shaykh al-Daqaq, che dirige una ‘Hawzah’ (seminario sciita) a Qom, ha ricordato come la revoca della nazionalità, anche nei confronti dei cittadini che risiedono all’estero, è una delle armi utilizzate dal regime del Bahrain per frenare la rivoluzione popolare in corso da anni nella piccola isola araba, aggiugendo: “Qualsiasi azione nei tribunali internazionali contro il regime non produrrà nulla, dal momento che le potenze occidentali sostengono il regime e controllerebbero facilmente le azioni che mirano a condannarlo per le sue azioni incostituzionali e illegali”.

Il rappresentante dell’Ayatullah Shaykh Isa Qassim ha poi ricordato: “La cricca del regime di Manama sta privando i rivoluzionari della loro nazionalità ma sono loro gli stranieri nel paese; sono estranei agli occhi della maggioranza della popolazione, impotenti di fronte all’ondata dei giusti e presto saranno sconfitti.”

Writer : shervin | 0 Comments | Category : news

Comments are closed.