Sull’hadith dei “dieci Compagni a cui è stato garantito il Paradiso” (S.M.Qazwini)

Sull’hadith dei “dieci Compagni a cui è stato garantito il Paradiso”

S.M.Qazwini

Tirmidhi narra che il Profeta (S) dichiarò che a dieci dei suoi Compagni venne garantito il Paradiso, mentre al-Bukhari e Muslim (cfr. al-Dhahabi nella sua opera “Mizan al-I’tidal”) negano che il Profeta (S) abbia mai fatto simile dichiarazione. Questo hadith contrasta con la logica a vari livelli, e pertanto non può essere accettato. Ad esempio Talha e Zubayr, entrambi inclusi in questo hadith, ordinarono l’uccisione del terzo califfo ‘Uthman, anch’egli incluso in questo hadith.

Talha e Zubayr sono gli stessi che si ribellarono contro il Califfo legittimo, ‘Ali ibn Abi Talib, dopo avergli prestato giuramento di fedeltà (bayyah). Un’altra persona inclusa in questo hadith è Sa’d ibn Abi Waqqas, che rifiutò di prestare giuramento di fedeltà all’Imam ‘Ali ma lo prestò invece a Mu’awiyah. Un’altra persona menzionata nell’hadith è Abd al-Rahman ibn ‘Auf che si rivoltò contro il terzo califfo, ‘Uthman ibn Affan, e venne ucciso dagli Ummayadi. Il secondo califfo descrisse ibn ‘Auf come il “faraone di questa nazione” (Ibn Qutaybah, Al-Imamah wal-Siyasah, pag. 24).

La stessa nozione secondo cui soltanto a dieci musulmani sarebbe stato garantito il Paradiso è illogica, poiché esclude centinaia di sinceri e virtuosi musulmani, come Hamza Sayyid al-Shuhada (Principe dei Martiri) e zio del Profeta, Ja’far ibn Abi Talib, Zayd ibn Haritha, Sa’d ibn Ma’adh, ‘Ammar ibn Yassir, rispetto al quale il Profeta (S) disse: “E’ colmo di fede (iman) dalla testa ai piedi”, e Salman al-Farsi, riguardo al quale il Profeta (S) disse: “Egli fa parte di noi, Ahlul Bayt”.

Poiché l’hadith dei “dieci a cui è stato garantito il Paradiso” venne narrato da Sa’id ibn Zayd, che era un oppositore dell’Ahlul Bayt, non può essere accettato dalla scuola di pensiero sciita.

.

Traduzione a cura di Islamshia.org © E’ autorizzata la riproduzione citando la fonte

Writer : shervin | 0 Comments | Category : La scuola dell’Ahlul-Bayt , Tradizioni

Comments are closed.