Il Musulmano e il seguace del Libro

Il Musulmano e il seguace del Libro

A quei tempi la città di Kufa era il fulcro del governo islamico. In tutto il vasto territorio islamico di allora, eccetto che in Siria e dintorni, gli occhi di tutti erano fissi su quella città in attesa di conoscere quali ordini sarebbero stati emessi e quali decisioni sarebbero state adottate.

Un giorno due persone, un musulmano e un seguace del Libro (ebreo, cristiano o zorostriano) si incontrarono per strada fuori città. Si chiesero dove fossero diretti e scoprirono che il musulmano era diretto a Kufa e il seguace del Libro aveva in mente di recarsi in un altro luogo nelle vicinanze. Poiché un tratto di strada era comune, si accordarono di percorrerla assieme e di stare in compagnia. Percorsero così amichevolmente questo tratto di strada comune conversando di argomenti diversi. Giunsero quindi al bivio da cui si biforcavano le due strade. Il seguace del Libro con grande stupore si accorse che il compagno musulmano non si dirigeva verso la strada che portava a Kufa, ma che aveva imboccato la strada verso cui lui era diretto. Chiese:

– Non hai forse detto di volere andare a Kufa?

      –  Certo.

      – E allora perchè vieni da queste parte? La strada di Kufa è quell’altra.

      – Lo so, ma voglio accompagnarti per un po’. Il nostro Profeta ha detto: “Ogni volte che due persone si fanno compagnia per un tratto di strada acquisiscono diritti uno sull’altro.” Ora tu hai acquisito diritti su di me, e io, in forza di questo diritto che tu hai su di me, voglio accompagnarti per un po’, dopodiché, naturalmente, andrò per la mia strada.- Ah! Se il vostro Profeta ha acquistato così grande influenza e potere fra la gente e la sua religione si è così rapidamente diffusa nel mondo, certamente è proprio in grazia di questo suo nobile carattere.

      Lo stupore e l’elogio del seguace del Libro aumentarono quando gli fu noto che il suo compagno musulmano era ‘Ali ibn Abi Talib (la pace discenda su di lui), Califfo e governante del mondo islamico.

      Non trascorse molto tempo e quello stesso uomo divenne musulmano, annoverandosi tra quei fedeli devoti compagni di ‘Ali (as).

Da: “Daastan Raastan” dell’Ayatullah Morteza Motahhari. Fonte: “Usul al-Kafi

 

Traduzione a cura di Islamshia.org © E’ autorizzata la riproduzione citando la fonte

Writer : shervin | Comments Off on Il Musulmano e il seguace del Libro Comments | Category : Tradizioni

Comments are closed.