Bahrain: Israele ha aiutato il regime a reprimere le proteste popolari

Bahrain: Israele ha aiutato il regime a reprimere le proteste popolari

.

Documenti pubblicati da “WikiLeaks” mostrano la stretta collaborazione esistente tra il regime degli Al-Khalifa e il regime sionista.

I servizi segreti del Bahrain hanno ricevuto infatti aiuto dal Mossad (i servizi segreti israeliani) nel reprimere le proteste popolari che hanno scosso la piccola isola del Golfo Persico. Gli agenti israeliani, è noto, hanno acquisito un’esperienza pluridecennale nella repressione delle manifestazioni popolari nella Palestina occupata.

I documenti pubblicati da “WikiLeaks” mostrano inoltre che il Ministro degli Esteri Khalid bin Ahmed al-Khalifah ha cercato di incontrare il Primo Ministro del regime sionista, Benjamin Netanyahu, nel cosiddetto “processo di pace” in Medio Oriente.

Inoltre, sempre secondo i documenti resi pubblici, le linee aeree israeliane hanno ottenuto il permesso di utilizzare lo spazio aereo del Bahrain e turisti israeliani hanno potuto visitare la piccola isola del Golfo Persico.

Importanti figure politiche e religiose dell’opposizione in Bahrain hanno condannato fermamente, in più occasioni, i tentativi del regime degli Al-Khalifah di normalizzare le relazioni con il regime sionista che occupa la Palestina, ricordando che il nobile popolo del Bahrain non abbandonerà mai la nazione palestinese e i luoghi santi di Gerusalemme.

 

Writer : shervin | 0 Comments | Category : news

Comments are closed.